JJ Michaels

Nome JJ MICHAELS (che sta per John Jamieson)

Agenzia LA MODELS

Altezza 183 cm

Instagram @j.j.michaels

Di dove sei? Originariamente della Georgia del Sud. Mio primo amore e abitudine di dar da mangiare ai maiali in una fattoria di maiali.

Cosa fai per divertirti? Mi piace molto fare yoga, allenamenti forzati, correre, fare lavori di respirazione, fare escursioni, leggere, studiare l’universo, frequentare la YouTube University, stare in mezzo la natura, meditazione, mangiare sano e cibi bio o vegani, e scoprire nuove modalità terapeutiche. 

Cosa stai guardando\leggendo in questo momento? Al momento sto leggendo “Il Quinto Accordo” e guardando FutureMan.

Chi è il tuo artista preferito? Cambia sempre, ma sono davvero impazzito per Glass Animals & Dean Lewis questa settimana.

Qual è il tuo piacere nascosto? Buttare più di $100 all’Erewhon Market più giorni di fila.

Cosa vorresti la gente sappia su di te? Che il mio vivere esemplare è un riflesso di ciò che è possibile. Sono nato da una figlia con “problemi di dipendenza”e ho imparato che tutti noi facciamo solo ciò che di meglio possiamo dando i nostri strumenti e risorse. In giovane età ho letteralmente visto i membri della mia famiglia svenuti sul pavimento con gli aghi ancora sul bancone. Ero super insicuro, anche alle superiori. Mi davo pugni in faccia e mi dicevo di essere brutto. Volevo solo che la gente si dispiacesse per come mi sentivo. Ho giocato così tanto a World of Warcraft che a 26 anni sto ancora aggiustando l’allineamento postulare. È per questo che mi spacco di yoga, per guarire. Mai fare la vittima. Ognuno di noi ha il potere di creare la propria realtà; io, i creatori di questa rivista, tu, tutti noi.

Come hai iniziato ad essere modello? A 16 anni, scheletrico, auto proclamato “il giocatore nerd di World of Warcraft” feci l’abbonamento in palestra e dissi a me stesso che sarei arrivato alle copertine delle riviste. L’ho fatto molte volte. L’essere modello mi ha insegnato che posso dimostrare le cose.

Con chi sogni di lavorare? Come brand Salvatore Ferragamo e Calvin Klein, come fotografo Mario Testino.

Qual è la tua esperienza più interessante da modello? Scattare su un eliporto per la prima volta è stato come una droga. Sono stato sul set con fotografi di fama mondiale come Steven Klein e John Russo. Anche scattare col mio amico Ty Chen è sempre un piacere. Mi piace che non sai mai con certezza cosa aspettarti e ogni giorno è diverso dall’ultimo!

Se non avessi iniziato la vita da modello, cosa avresti voluto fare? Pubblicare libri e investire in altri business! Ah no aspetta.. Lo faccio comunque! Sento che la cosa più bella di questa generazione è che una cosa non ne preclude un’altra. Sto approfondendo gli spot pubblicitari, i video musicali e quest’anno sto anche recitando! 

Per cosa vorresti essere ricordato? per ispirare le persone ad essere la versione migliore di sè stessi, come faccio anche io. Sempre e comunque.