Valentina Come Venere di Carlo William Rossi e Fabio Mureddu

Un'attrice pluripremiata, ci sediamo con Valentina Lodovini per parlare della sua carriera e di quello che ci aspetta.

fotografie di CARLO WILLIAM ROSSI @carlowilliamrossi & FABIO MUREDDU @fabio.mureddu

styling di CORINNA FUSCO @choodtsukiji

storia di GIUSEPPE ATTANASIO @giuseppeattanasioph

hair e makeup FULVIA TELLONE for SIMONE BELLI ACADEMY @fulviatellone

set assistant GIUSEPPE PALUMBO @grey_studio_photo

Guarda l'intera storia nel numero di Marzo 2019 di Desnudo Italia, disponibile qui.

leotard BIBI ESPOSITO, bodysuit WOLFORD, headpiece GIAN MARCO FUNARI, earrings SIMONE BARTOLUCCI, gloves DUECCI GUANTI

VALENTINA LODOVINI, attrice italiana di gran successo. Famosa nel teatro e nel cinema. Ha lavorato con Paolo Sorrentino, Alessandro Siani, Fabio De Luigi e ha vinto il David di Donatello con Benvenuti al Sud come attrice non protagonista. Ritratta in una delle nostre cover, si rivela piena di carisma e con tante emozioni da raccontare.

headpiece GIAN MARCO FUNARI

Attrice a 360º. Dal teatro al cinema, fino alle mini serie e i video musicali. Cosa è per te la recitazione?

Per me la recitazione è uno strumento per raccontare l'uomo. In un certo senso posso affermare di esser attrice fin da quando bambina perché mi immedesimavo nelle sofferenze di chi mi stava accanto.

Quale personaggio interpretato ti è piaciuto di più?

Amo molto tutte le mie ragazze, ognuna delle donne incontrate mi ha dato e tolto qualcosa e per questo sono molto grata, è stato sempre un privilegio.

Qual è stata l’esperienza lavorativa più bella? Al cinema o al teatro?

Sarebbe come chiedere di voler bene al papà o alla mamma.

C'è stato un evento in particolare, un incontro, che credi ti abbia aiutato ad ottenere il tuo successo? Raccontaci, se puoi, anche dell'esperienza del David di Donatello.

Beh, non posso prescindere da quella che è la mia storia, quindi direi che sicuramente il mio incontro fortuito sia stato il primo ruolo ne L'amico di famiglia di paolo sorrentino. Da lì, ogni pezzo fino ad arrivare ad oggi. 

Il David non saprei definirlo. I premi sono bellissimi perché sono riconiscimenti; ma a parte il fatto che, in mia opinione, non sono mai solo miei ma anche di tutto il cast tecnico ed artistico col quale ho lavorato,  oltre a ciò non so. Sono la ciliegina non la torta, li vivo così.  Forse in fondo mi piace sentirmi un po' esclusa, osservare i giochi dall' esterno.

dress (worn as a skirt) FILIPPO LATERZA, jacket NUMEROTTO, rings SIMONE BARTOLUCCI, earrings BIBI ESPOSITO

Hai interpretato ogni tipo di personaggio, ma come ti descriveresti nella vita di tutti i giorni? 

Mi fai una domanda difficile. Se io sapessi chi fosse valentina non avrei nessun dubbio. Forse. Il dubbio è necessario, diciamo che ho i capelli castani e gli occhi marroni e il 38 di scarpe. Devo sapere ancora tante cose, imparare tante cose ancora.

A cosa stai lavorando in questo momento?

Sono in scena ancora per poco con il monologo Tutta casa, letto e chiesa di Dario Fo e Franca Rame 

dress ALBINO TEODORO, headpiece GIAN MARCO FUNARI, earrings ACCHITTO, rings ACCHITTO, tights 77DENARI

Qual è la tua città italiana preferita è perché?

La mia città preferita è Sansepolcro, perché città natale di Piero della Francesca e mia! Le radici sono preziose, sempre. 

Translated by Ty Chen.